Auditel

Acquistare un TV a prova di futuro

C’è un solo metodo per semplificare l’acquisto di un nuovo TV: guardare attentamente i bollini sugli schermi. Questa è la mossa giusta se vogliamo portare a casa un prodotto davvero in linea con le aspettative.

 

E’ l’unico punto di riferimento per il consumatore alle prese con la scelta di un nuovo TV. Stiamo parlando dei bollini che costituiscono l’esito finale di un processo di certificazione teso non solo a garantire la qualità del prodotto ma anche ad assicurare all’utente l’accesso a tutti i servizi offerti dalle varie piattaforme: Digitale Terrestre, Satellite e Broadband. E per ciascuna delle piattaforme esiste un bollino specifico: DGTVi, Tivùsat e Tivùon!.

Cosa fare per portarsi a casa un cosiddetto prodotto ‘a prova di futuro’? Il suggerimento di Alberto Sigismondi, Consigliere Delegato di Tivùsat, è di acquistare i TV dotati di tutti e tre i bollini. L’efficacia del sistema si basa sulla corretta informazione dell’utente e sulla condivisione del processo di certificazione da parte del comparto manifatturiero, tenendo ben presente l’evoluzione dei servizi sul versante broadcaster. Un complesso lavoro di sintesi che vede in prima linea il Working Group dell’associazione HD Forum Italia (HDFI), attraverso il rilascio di specifiche tecniche nell’ambito della collezione HD Book (serie di guide, protocolli e documenti con raccomandazioni che negli anni sono diventati una bussola preziosa per il comparto).

“In prospettiva – precisa Sigismondi – Tivùsat sta lavorando per rilanciare il programma di bollini DGTVi, soprattutto in vista dell’arrivo dei televisori HbbTV nei prossimi anni e del futuro passaggio al DVB-T2. Inoltre, stiamo cercando di ottenere sinergie dalla gestione dei 3 diversi programmi di bollinatura per dare maggiore supporto ai manufacturer nello sviluppo dei nuovi prodotti e per semplificare il più possibile i processi di certificazione. Questo – conclude – speriamo di ottenerlo con dei sistemi di test automatici e promuovendo l’autocertificazione dei prodotti da parte dei manufacturer stessi”.

LEGGI L’INTERVISTA

foto_sigismondi