Vaticano

Rai e Vaticano tornano a collaborare

Rai e Vaticano insieme per ‘Stanotte a San Pietro’. Dopo anni di relazioni tiepide, l’azienda di Stato e la Segreteria della Santa Sede tornano a collaborare per una grande produzione televisiva interamente girata in 4K HDR. Si tratta di ‘Stanotte a San Pietro’ con Alberto Angela e la partecipazione, tra gli altri, di Giancarlo Giannini, Carlo Verdone e l’artista Christo.

 

Un viaggio notturno all’interno del Vaticano in tutta la sua bellezza e maestosità. È quello che propone Rai 1 il prossimo martedì 27 dicembre alle 21.25 e che permetterà agli spettatori di condividere la magia dei luoghi vaticani, a cominciare dalla Cupola di San Pietro, la Pietà di Michelangelo, la Cappella Sistina e i Giardini  come non sono mai stati mostrati.

“Una scintilla che riaccende un antico rapporto e che prelude a una stagione di grandi coproduzioni”. Così  Stefano D’Agostini, direttore del Centro Televisivo Vaticano che ha realizzato insieme all’azienda di Stato ‘Stanotte a San Pietro’, avvalendosi della collaborazione di Officina della Comunicazione. “Abbiamo il privilegio di vivere quei luoghi di giorno e farlo anche di notte ha regalato una suggestione davvero unica” ha aggiunto.

“Lì, la storia e la bellezza raccontano una fede vissuta e che va tramandata” ha aggiunto mons. Lucio Adriàn Ruiz, segretario della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede.

Lucio Adriàn Ruiz

“Per produzioni come questa, in 4K HDR non badiamo a spese – ha sottolineato il direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall’Orto -. La volontà del servizio pubblico è quella di non lasciar fuori nessuno e queste operazioni permettono anche a chi è distante di vedere in tv luoghi che altrimenti sarebbero rimasti sconosciuti, in una visione assolutamente immersiva”.

“La cosa che più mi ha stupito – ha dichiarato Alberto Angela – è stato l’Archivio segreto: ho capito che Dan Brown non l’hai mai visto perché è totalmente diverso da come lui lo racconta nei suoi libri”. Il conduttore e divulgatore scientifico, ha parlato poi delle difficoltà incontrate nel girare tanti giorni di notte. “Non è stato affatto facile – ha detto – lavorare al buio per tante ore e in autunno . Questa è la dimostrazione che con una grande squadra si può realizzare tutto”.

Alberto Angela

E la squadra che si è mobilitata è stata davvero imponente: 60 persone tra Rai, compreso il Centro di produzione di Napoli, e CTV.

“Con mons. Dario Edoardo Viganò (prefetto della Segreteria per la Comunicazione n.d.r.) abbiamo avuto l’idea di raccontare non solo San Pietro, ma tutto il Vaticano” ha precisato Andrea Fabiano, direttore di Rai 1, che poi ha dato qualche numero strappando sorrisi: “Abbiamo bevuto 3.000 caffé!”.

Trenta i giorni di ripresa in 40 location diverse, più 5 giorni di lavorazione in studio. Coinvolti 16 tra attori e intervistati.

In attesa della visione di martedì 27, su Rai 1 e su Rai 4K al canale 210 della piattaforma satellitare gratuita tivùsat, venerdì 23 sul primo canale andrà in onda il dietro le quinte del documentario e siamo sicuri che in entrambi i casi si tratti di un appuntamento da non perdere.

Guarda le video interviste a:

Stefano D’Agostini

mons. Lucio Adriàn Ruiz

Antonio Campo Dall’Orto

Alberto Angela

Gabriele Cipollitti (Regista)