Tecnofobia

Nuove tecnologie: spazio alla ‘realtà aumentata’

Alla fine quello che si vede sul grande schermo e ci sembra fantascientifico, diventa realtà. E il 2017 appena iniziato è, secondo gli esperti di robotica, un grande anno per la ‘realtà aumentata’. A Las Vegas sta per iniziare la CES, la fiera dei beni di consumo imperniata sull’elettronica e sulla tecnologia.

 

Ha compiuto cinquant’anni ed è più in forma che la mai la CES di Las Vegas. La fiera è stata la prima a far conoscere il primo videoregistratore, così come il cellulare, al mondo intero e quast’anno dal 5 all’8 gennaio ospiterà in un’area di oltre 240.000 metri quadrati 50.000 professionisti provenienti da 150 Paesi ed espositori di 57 Nazioni.

In mostra tutte le novità in fatto di Hi-tech come impianti sonori intelligenti, autoprogrammati dall’utente, abiti (sì, abiti) che attraverso lo smartphone indicano la direzione da prendere e dispositivi per l’autodiagnosi medica.

Non solo. Saranno presentati robot che interagiscono con l’uomo, sfidandolo perfino a una partita a scacchi e visualizzatori in grado di proiettare chiunque in un luogo virtuale.  C’è da chiedersi adesso come l’essere umano riuscirà a adattarsi a queste novità e quanto sarà in grado di distinguere il reale dall’irreale (per il momento continuiamo a definirlo così).

E poi: potrà esserci il rischio che la situazione scappi di mano per gli ‘effetti collaterali’ che la ‘realtà aumentata’ può avere e che non sono stati considerati?