Italia Creativa

Italia creativa: difendiamo il diritto d’autore

L’Italia, quella creativa, sta venendo finalmente fuori. E la cultura rappresenta una parte importante di questa rinascita/rivincita. L’industria culturale e della creatività, infatti, è il terzo settore del Paese per numero di occupati (ai primi posti ci sono i settori alberghiero, ristorazione e costruzioni) con più di un milioni di lavoratori di cui l’86% nelle attività economiche dirette.

 Se a guastare la festa non ci fossero la pirateria e il value gap (il divario tra quanto viene generato dai contenuti creativi in rete e quanto viene effettivamente riconosciuto dagli intermediari tecnici di questi stessi contenuti) questa sarebbe ancora più bella. Con un numero di occupati che arriverebbe a 1 milione e seicentomila persone impiegate per un potenziale valore prodotto di 72 miliardi di euro. È quanto emerge dal rapporto “Italia Creativa” di Ernst & Young con il supporto delle principali associazioni di categoria, MiBACT e SIAE.

Al lavoro la Commissione europea in favore di una legge di riforma del diritto d’autore da sottoporre presto al Parlamento europeo. «Una legge che ci vede in prima fila assieme a Francia e Spagna – dice il ministro dei Beni e delle Attività culturali, Dario Franceschini –, che non è però così condivisa da tutti i Paesi membri. Bisogna far capire soprattutto ai più giovani che piratare non solo è illegale ma toglie risorse legittime a chi crea. Per questo stiamo pensando con il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli a una campagna nelle scuole».

E se la pirateria costa all’industria culturale e creativa un valore quantificabile tra i 4,6 e gli 8,1 miliardi di euro, il value gap ammonta, sempre secondo il rapporto, a circa 200 milioni di euro. “Se realtà come Google e Facebook riconoscessero i diritti d’autore – dice Filippo Sugar, presidente della SIAE – avremmo enormi risorse da reinvestire”.

Da qui una richiesta a governo e parlamento da parte di 23 associazioni, tra cui il NUOVOIMAIE – Nuovo Istituto Mutualistico per la Tutela degli Artisti Interpreti Esecutori – con il presidente Andrea Miccichè: più sinergie perché si porti avanti la lotta per la tutela del copyright a partire dalla direttiva europea in discussione. Leggi la lettera inviata a Ministri e Parlamentari.