Torino Web TV

Torino Web TV: nasce la Social Network Television

Le dirette Facebook costituiscono davvero lo strumento ideale per le nuove forme di televisione? Pare di si, almeno secondo i promotori di Torino Web TV al debutto sabato 25 marzo a partire delle ore 15:00. L’iniziativa si presenta come la prima Social Network Television in Piemonte.

 

Una lunga diretta inaugurale per illustrare il progetto di Torino Web TV. È la prima Social Network Television del Piemonte basata su una formula tutto sommato semplice: sfruttare le nuove tecnologie del mondo social per rilanciare il linguaggio televisivo. L’emittente, per quanto sia corretto continuare ad utilizzare questa terminologia dal chiaro sapore analogico, trasmetterà in diretta esclusivamente su Facebook a partire dallo streaming messo a disposizione dal social network.

Il segnale non sarà on air 24 ore su 24; le trasmissioni in palinsesto avranno una cadenza settimanale: saranno visibili in diretta, ma rimarranno a disposizione in modalità on demand per l’intera settimana prevedendo una fruizione attraverso smartphone, tablet, pc e smart TV per chiunque si collegherà alla pagina Facebook di Torino Web TV. Il primo programma è un contenitore leggero con storie, eventi e personaggi torinesi, curiosi e interessanti. Si chiamerà ‘CuriosiTO’ e verrà trasmesso dalle 19,00 alle 19,30 a partire da lunedì 27 marzo.

Così come in tutte le regioni, anche in Piemonte l’emittenza televisiva locale continua a subire perdite da quando il sistema digitale ha sostituito quello analogico. Una transizione che – secondo i promotori di Torino Web TV – ha lasciato un buco enorme nell’offerta agli utenti. “Le dirette Facebook – proseguono – rappresentano un’opportunità per raggiungere nuovamente il pubblico, per questo motivo abbiamo deciso di cercare i nostri telespettatori direttamente sui social.  Andremo in onda dove c’è il pubblico, anche perché un progetto editoriale si misura in base al numero di persone che lo seguono”. Parole certamente condivisibili a cui da parte nostra aggiungiamo l’augurio che il progetto possa incontrare piena sostenibilità anche dal punto di vista economico.