#GIUDALPALCO

#GIUDALPALCO: attori all’attacco

Minacciano azioni eclatanti gli attori della Fondazione Nicolò Piccolomini. Bisogna stabilire un affitto congruo per l’utilizzo del parcheggio di Largo Micara, a due passi dal Vaticano. La struttura, di proprietà dell’ente benefico, frutta entrate consistenti a quello che il tribunale definisce ‘occupante abusivo’, cioè il Campidoglio. Ma alla Piccolomini arrivano solo pochi spiccioli. E questo provocherà presto lo stop dei contributi erogati a favore di centinaia di attori anziani e indigenti.

 

Ci vuole pelo sullo stomaco a negare l’aiuto agli anziani. Eppure il Comune di Roma sembra stia ignorando l’allarme lanciato dagli attori. Già, gli attori. Essere attori non significa solo applausi, lustrini e paillettes. Arrivati ad una certa età, anche loro rischiano di scivolare ai margini del jet set. Senza sussidio di disoccupazione, senza liquidazione e con pensioni basse di devono barcamenare tra lavori più svariati e l’inattività.

#GIUDALPALCO

Villa Piccolomini, sede della Fondazione

Del resto l’esistenza della Fondazione Nicolò Piccolomini, che ha la missione di sostenere gli attori anziani e indigenti, conferma proprio che nel settore ci sono migliaia di uomini e donne bisognosi di aiuto perché spesso vivono al limite della sussistenza. Solo i casi più estremi riescono a conquistare l’attenzione dell’opinione pubblica. E forse comincia a farsi strada l’esigenza di raccontare l’importanza di tutelare i diritti degli attori anziani oggi.

#GIUDALPALCO

Parcheggio di Largo Cardinale Clemente Micara

A Roma, per esempio, significa parlare del Comune che da oltre 30 anni non riesce a risolvere la questione del parcheggio di Largo Micara. Alla Fondazione Piccolomini, proprietaria del terreno, arrivano davvero pochi spiccioli a fronte di cospicui incassi realizzati ogni giorno dal Campidoglio. Tra burocrazia e trascuratezza, all’orizzonte c’è un rischio concreto: lo stop all’erogazione dei contribuiti economici a favore di centinaia di attori.

#GIUDALPALCO

Amici della Fondazione Piccolomini

I diretti interessati proprio non ci stanno. Sono anziani, ma agguerriti. Hanno messo in piedi uno staff di comunicazione e lanciato una campagna chiamata #GIUDALPALCO. “Stiamo preparando una serie di iniziative eclatanti”, avvertono. Vogliono farsi notare per spingere l’Amministrazione Capitolina a sedersi a un tavolo con l’obiettivo di concordare un canone congruo oppure la restituzione della struttura al legittimo proprietario. Dicono che sostenere questa battaglia è una questione di civiltà. E non è difficile condividere una richiesta del genere. È un po’ come alzarsi per lasciare il posto a un anziano o a una donna incinta.

LEGGI ANCHE : Roma: attori in rivolta contro il Campidoglio